MANGO REALIZZA UN UTILE LORDO DI 41 MILIONI DI EURO DOPO AVER RAGGIUNTO IL RECORD STORICO DI 2.374 MILIONI DI EURO DI FATTURATO

Il fatturato è aumentato di 141 milioni di euro, il 6,3% in più rispetto al 2018, ed è il più alto nella storia dell'azienda.

L’EBITDA aumenta di circa 43,7% passando da 135 a 194 milioni di euro.

Per il terzo anno consecutivo, Mango ha ridotto l'indebitamento finanziario netto, sceso a 184 milioni di euro.

Le vendite online sono cresciute a un ritmo del 26,7% raggiungendo i 564 milioni di euro, pari già al 23,7 % del fatturato totale.

L'investimento annuale è stato di 58 milioni di euro e gran parte di questa somma è stata utilizzata per accelerare la trasformazione digitale dell'azienda.

Mango incrementa il suo piano di sostenibilità: firma il Fashion Pact e si unisce alla Sustainable Apparel Coalition.

Dal suo lancio in Spagna e Francia, il nuovo programma di fidelizzazione oltre 3 milione di clienti attivi.

Barcellona, 12 marzo 2020 - MANGO/MNG Holding ha chiuso l'esercizio 2019 con un fatturato di 2.374 milioni di euro, il più alto nella storia della società. I ricavi sono cresciuti di 141 milioni, con un incremento del 6,3% rispetto ai 2.233 milioni di fatturato del 2018, e di 47 milioni rispetto al fatturato del 2015, che aveva rappresentato fino a oggi l’anno con il record storico di vendite.

Tale incremento del fatturato è stato accompagnato da un significativo miglioramento della redditività. L'EBITDA di Mango è cresciuto del 43,7%, passando da 135 a 194 milioni di euro, e ha accumulato una crescita di quasi 120 milioni di euro negli ultimi tre anni. La società ha ottenuto un risultato lordo di 41 milioni.

Secondo l’Amministratore Delegato di MANGO, Toni Ruiz: "Il 2019 è stato un anno straordinariamente soddisfacente, in cui abbiamo raggiunto la cifra di vendite più alta della nostra storia e realizzato il più grande aumento di profitti in un anno. Queste eccellenti cifre sono il risultato dell'impegno e del duro lavoro di tutti coloro che fanno parte di Mango e ci permettono di continuare a costruire l'azienda che vogliamo essere in futuro".

Allo stesso tempo, Mango ha continuato a ridurre il suo debito bancario. In soli due anni è riuscita a ridurre l'indebitamento finanziario netto da 415 a 184 milioni. Concretamente la riduzione dello scorso anno è stata di 131 milioni di euro. “La situazione finanziaria attuale è la migliore che abbiamo avuto da molti anni. Oggi siamo in grado di ripagare tutti i nostri debiti con ciò che l'azienda genera in un anno. Il nostro obiettivo è continuare a ridurre questo dato, ma senza rinunciare a progetti che aumentino la nostra redditività", aggiunge Ruiz.

Per quanto riguarda la distribuzione del fatturato per aree geografiche, l'attività internazionale del gruppo si è mantenuta al 77% del totale e il mercato spagnolo, primo mercato di vendita, al 23%. Per quanto riguarda le diverse linee, Man, Kids e Violeta hanno rappresentato il 18% delle vendite. Notevole è stata l'evoluzione della collezione uomo, che è cresciuta di oltre il 20% nel 2019 superando i 200 milioni di euro di fatturato.

Le vendite online sono aumentate del 26,7% e le vendite nei negozi fisici sono cresciute

Per quanto riguarda le vendite online, il fatturato è cresciuto del 26,7% fino a raggiungere i 564 milioni di euro, con un incremento di 119 milioni; un dato superiore all'obiettivo fissato per l'anno. In termini relativi, le vendite online hanno rappresentato il 23,7% del fatturato totale della società. Guardando ai prossimi anni, Mango confida di continuare a crescere mantenendosi oltre il 20%.

Al fine di gestire le vendite online in modo più rapido ed efficiente, il gruppo dispone attualmente di dieci magazzini logistici in tutto il mondo. Inoltre, il progetto di ampliamento del nuovo centro logistico di Lliçà (Barcellona) accompagnerà la crescita dell’e-commerce, come annunciato lo scorso novembre.

Nel 2019 il sito web di MANGO ha superato i 600 milioni di visite, l’80% delle quali tramite dispositivi mobili. L'azienda ha continuato a investire nel miglioramento della navigazione e dell'usabilità su tutte le piattaforme (desktop, App e mobile). Significativi progressi sono stati compiuti anche nel migliorare e rendere più redditizio il marketing digitale, personalizzando l'esperienza di navigazione e di acquisto integrando i dati di oltre 20 milioni di clienti disponibili nel CRM, ottenendo una maggiore rilevanza nella comunicazione ai clienti e, allo stesso tempo, una maggiore efficienza negli investimenti.

Per quanto riguarda le vendite nei negozi fisici di Mango, queste hanno registrato un'ottima performance nel corso del 2019, raggiungendo una crescita del 5,5% di vendite comparabili; un dato molto positivo se si considera l'evoluzione del mercato. Inoltre, il like for like consolidato nelle vendite fisiche e online è cresciuto oltre i numeri a due cifre nei principali mercati dell'azienda.

Nel corso del 2019 Mango ha continuato a riorganizzare i propri punti vendita per adattarli alle nuove necessità, ma la superficie di vendita è rimasta sostanzialmente stabile. In cifre assolute, la società ha chiuso l'anno con 2.188 negozi, 5 in più rispetto all'anno precedente, e con una superficie di vendita di 803.000 m2 , l'1% in meno rispetto al 2018.

Un grande impegno per la sostenibilità

Mango sta accelerando il proprio impegno a favore di una moda più sostenibile, uno degli obiettivi strategici dell'azienda. Nel 2019 ha aderito al Fashion Pact, una coalizione globale di oltre 300 aziende e marchi che punta alla sostenibilità ambientale nel settore tessile e della moda. Inoltre solo poche settimane fa, Mango ha annunciato la sua adesione alla Sustainable Apparel Coalition, organizzazione leader nel settore tessile che lavora per promuovere le buone pratiche nella catena di fornitura e misurare l'impatto ambientale.

Allo stesso modo, Mango ha continuato a implementare nuove iniziative di sostenibilità, come l'aumento della percentuale di fibre sostenibili nelle sue collezioni, evidenziando che il 100% del cotone utilizzato sarà di origine sostenibile entro il 2025.

Omnicanalità e fidelizzazione

Mango continua a focalizzare la sua strategia sul cliente. Per questo motivo ha rafforzato i propri investimenti nello sviluppo di progetti omnicanale che garantiscano al cliente la migliore esperienza d'acquisto possibile, indipendentemente dal canale attraverso il quale esso decida di interagire con il marchio.

 Un elemento chiave per comprendere meglio le esigenze dei clienti è il programma di fidelizzazione Mango likes, lanciato ad aprile e maggio dello scorso anno rispettivamente in Spagna e Francia. I risultati ottenuti fino a oggi superano di gran lunga gli obiettivi iniziali, e ci sono già più di 3 milioni di clienti attivi nel programma tra i due Paesi. Tutte le informazioni ottenute attraverso il programma sono condivise tra i reparti dell'azienda, consentendo a tutti i team di migliorare l'orientamento al cliente e contribuendo a dare priorità alle iniziative in base al livello di impatto che hanno sulla sua esperienza di acquisto.

Inoltre, il servizio Click and Collect (che utilizza lo stock del negozio) è stato ampliato e sarà disponibile in più di 500 punti vendita a partire dalla prima metà del 2020. Questo servizio renderà la consegna degli acquisti online molto più veloce e sostenibile, evitando la movimentazione della merce tra il magazzino online e il negozio di ritiro selezionato dal cliente.

Nel corso del 2019 Mango ha inoltre continuato a progredire nello sviluppo del progetto RFID. Il test pilota effettuato in alcuni dei suoi negozi in Spagna sta rispondendo in gran parte agli obiettivi prefissati. Per questo motivo, l'azienda lo implementerà lungo tutta la catena nei prossimi 3 anni. La tecnologia RFID offre una migliore visibilità e tracciabilità delle scorte. Grazie a ciò, la sua implementazione permetterà di ottimizzare i servizi e le iniziative omnicanale, nonché di favorire l'orientamento dell'azienda a prendere decisioni basate su dati in tempo reale.

Consolidamento del team e trasformazione digitale

I buoni risultati di Mango e la recente nomina a CEO consolidano Toni Ruiz come principale figura di riferimento dell'azienda con la responsabilità di guidare un Comitato Direttivo composto da 10 manager. Questo organo di gestione ha il compito di continuare a portare avanti la trasformazione digitale in corso nell'azienda. A tale progetto nell'ultimo anno Mango ha destinato gran parte dei 58 milioni di euro investiti.

 In questo processo di trasformazione, un elemento chiave è l’hub che Mango ha nel distrito 22@ a Barcellona, dove nell'ultimo anno la forza lavoro è passata da 20 a 50 persone. In questo centro, ingegneri con un profilo tecnologico lavorano per garantire la realizzazione di alcuni dei progetti più importanti nell’ambito del business online, del reparto clienti e dell'omnicanalità.