MANGO PRESENTA LA NUOVA COLLEZIONE PER IL RAMADAN

Il marchio adatta da oltre 10 anni i propri modelli ai diversi mercati 

Barcellona, 23 maggio 2016MANGO lancia la nuova proposta (che sarà in vendita a partire dal 30 maggio prossimo) dedicata al periodo del Ramadan. L'internazionalizzazione delle collezioni rientra nello sviluppo delle attività che il marchio applica da oltre 10 anni nei vari mercati.

Nel Dipartimento Collezioni Speciali vengono sviluppati design esclusivi per soddisfare i canoni culturali e religiosi di Paesi di varie zone del mondo, come il Medio Oriente. Proponendo oltre 45 modelli, il dipartimento mira a soddisfare le necessità quotidiane legate alle attività professionali e di svago della donna durante festività importanti come il Ramadan.

La proposta comprende capi casual come gilet, caftani, giacche fluide, camicie oversized, leggings e tuniche con tessuti come il popeline o il camoscio sintetico. Un catalogo completo che comprende novità nei capi da festa come gli abiti lunghi e avvolgenti a doppio strato, gli abiti a tuta di varie forme (relaxed o fitted) e gonne di lunghezza midi con tessuti fantasia. Le finiture delicatamente satinate, i lurex e i laminati acquistano grande importanza insieme ai pizzi. I colori e le stampe dei vari modelli hanno dato vita a una collezione estremamente luminosa.

Essere sensibili alle caratteristiche di mercati come quello arabo, asiatico, ai Paesi freddi o con stagioni invertite rientra nel DNA di MANGO. Così, lo scorso 2015 il marchio ha registrato circa l'80% del fatturato nei mercati esteri. Nonostante il mercato nazionale continui a essere un componente essenziale nello sviluppo dell'azienda, lo sforzo volto ad avere una presenza all'estero ha portato l'azienda a posizionarsi come il marchio spagnolo a maggiore proiezione internazionale.

Con oltre 2.200 punti vendita distribuiti in 109 Paesi, MANGO ha chiuso l'esercizio 2014 con un fatturato del Gruppo Consolidato MANGO MNG Holding pari a 2.017 milioni di euro, registrando un aumento del 9,3% rispetto al 2013 e un utile di 107 milioni di euro, generando un Ebitda di 223 milioni di euro.