MANGO CONTA GIÀ SU 135 PUNTI VENDITA APERTI E SUPERERÀ I 620 PER LA FINE DEL MESE DI APRILE

Cominciano a riaprirsi i negozi in Europa: Germania, Austria, Olanda, Repubblica Ceca, Lettonia, Georgia, Cipro e Ucraina conteranno, questa settimana, su più di 100 punti vendita aperti al pubblico.

Verranno adottate misure di sicurezza straordinarie, come il limite della capienza o la fornitura di dispositivi di protezione per il personale e i clienti.

L’attività commerciale di Mango è giunta a un punto di inflessione nella crisi della COVİD-19 con l’inizio della riapertura dei suoi negozi in Europa. In paesi come la Germania, l’Austria e l’Olanda, le autorità locali hanno ridotto le restrizioni e, nei prossimi giorni, alcuni dei negozi della catena riapriranno al pubblico. I primi paesi, nei quali abbiamo assistito a queste riaperture, sono stati l’Austria e l’Olanda, dove le autorità hanno permesso l’apertura di 4 e 16 negozi, rispettivamente. Nel corso di questa settimana si prevede la riapertura dei 16 negozi restanti che il marchio ha in Olanda e di altri 42 negozi in Germania. A queste riaperture si andranno a sommare 27 negozi nella Repubblica Ceca, in Lettonia, in Georgia, a Cipro e in Ucraina.  

Oltre ai punti vendita succitati si aggiungono 62 negozi in 17 paesi, in cui la pandemia della COVID-19 ha avuto un minor impatto e che non hanno chiuso i loro negozi in nessun momento, tra cui citiamo Finlandia, Norvegia, Svezia, Corea del Sud, Indonesia e Bielorussia. Inoltre, ci sono altri 53 punti vendita, in paesi come la Cina, che erano già stati riaperti nelle ultime settimane.

Complessivamente, Mango conta già su 135 punti vendita aperti al pubblico e calcola che la cifra aumenti di circa 483 unità nel corso di questo mese di aprile, fino ad arrivare alle 621 riaperture.

La priorità di Mango è quella di salvaguardare la salute del suo personale e dei suoi clienti. In conformità con le legislazioni locali sono state adottate misure di sicurezza e di pulizia straordinarie in tutti i punti vendita, tra cui il limite di capienza dei negozi, la loro pulizia continua, la limitazione dell’orario commerciale o la fornitura di dispositivi di protezione per il personale e i clienti. 

Mango ha mantenuto attiva la vendita online durante tutto questo periodo, in quanto la distribuzione non ha subito modifiche e le consegne sono continuate (a eccezione di alcune zone con restrizioni). L’azienda si è dedicata totalmente ai suoi clienti, adattando, per esempio, i servizi di consegna e di reso alla situazione attuale, ampliando i tempi per i resi e permettendo il ritiro delle spedizioni presso i negozi una volta che saranno riaperti. Sia il magazzino logistico che le aziende di trasporto hanno adottato le misure necessarie per lavorare nella massima sicurezza, sia per il personale che per i clienti.

Alla chiusura del 2019, la vendita on line ha rappresentato per Mango quasi il 24% del suo fatturato.

Tutte le fotografie pubblicate su press.mango.com possono essere utilizzate unicamente per scopi editoriali e non commerciali. Nel caso di qualsiasi altro utilizzo, è necessario ottenere un’autorizzazione scritta da parte dell’ufficio PR Mango press@mango.com.