LE VENDITE DI MANGO CRESCONO DEL 15,3% NEL 2015 SPINTE DALL'APERTURA DEI "MEGASTORE"

 

-          L'azienda supera le previsioni con un fatturato consolidato di 2.327 milioni di euro

-          La catena consolida rapidamente il nuovo modello retail e conta già 164 Megastore dei quali 63 sono stati inaugurati nel 2015

-          La superficie commerciale supera i 100.000 m2 nell'ultimo esercizio, fino a raggiungere un totale di 804.500 m2 di superficie

-          Le vendite online crescono del 27% rispetto al 2014 e incidono già per il 10,7% sulle vendite totali

-          Il gruppo ha creato 838 nuovi posti di lavoro diretti e l'intero team è composto da 16.625 lavoratori

-          Il nuovo Centro Logístico di Lliçà d’Amunt entra in funzione durante il 2016

-         Le valute e gli ammortamenti collegati all'investimento degli ultimi anni penalizzano per 100 milioni di euro il risultato del gruppo, che guadagna 4 milioni

 

Barcellona, 27 maggio 2016 - MANGO MNG Holding ha chiuso l'esercizio 2015 con vendite per 2.327 milioni di euro, registrando un aumento del 15,3% rispetto al 2014 durante il quale aveva venduto merci per un valore di 2.017 milioni di euro e registrato una crescita del 9,3%. Tale incremento supera le attese iniziali, fissate inizialmente in un aumento del 13%. La chiave di questa crescita delle vendite è stato il progressivo consolidamento del progetto di trasformazione commerciale in cui il gruppo ha investito 1.200 milioni di euro negli ultimi tre anni e che gli ha consentito di portare a oltre 300.000 m2 la superficie di vendita tramite l'apertura di 164 megastore.

L'81% del fatturato MANGO ha riguardato l'attività internazionale mentre il restante 19% il mercato spagnolo. In Spagna, dove in proporzione si concentra il maggior numero di megastore (25), il fatturato è cresciuto del 20,1% confermando la validità della scommessa su questo nuovo formato di negozi.

MANGO continua la propria espansione nazionale e internazionale tramite il concept megastore avviato nel 2013. Questi punti vendita offrono tutte o gran parte delle linee del Gruppo (Woman, Man e Kids), migliorando l'offerta e l'esperienza di acquisto dei clienti.  Nel 2015 sono stati inaugurati 63 megastore chiudendo l'anno con un totale di 164 unità. Tra i nuovi progetti ricordiamo gli ultimi flagship store inaugurati in Corso Vittorio Emanuele a Milano, sulle Ramblas di Barcellona o in Henry Street a Dublino. Nel 2016 si prevedono 45 nuove aperture. A fine 2015 MANGO disponeva di 2.730 punti vendita in 109 Paesi con una superficie di vendita globale di 804.500 m2 , circa 100.000 m2 in più dello scorso anno.

 

Il fatturato delle vendite online ha continuato ad aumentare il proprio peso relativo sull'insieme del gruppo e, a fine anno, queste attività pesavano già per il 10,7% sulle vendite totali. Nei fatti questo canale ha venduto in valore 234 milioni di euro, il 27% in più rispetto all'anno precedente. MANGO vende tramite la propria piattaforma online in 83 Paesi. Lo scorso anno l'espansione si è concentrata su Sud America, Asia e Africa con l'obiettivo di riuscire a completare l'offerta prodotto nei Paesi in cui il marchio è già presente con negozi fisici. Gli ultimi mercati in cui si è inserita l'azienda sono Egitto e Sudafrica, decretando una presenza nei cinque continenti.

Durante il 2015 MANGO ha continuato a scommettere sulla propria strategia omnicanale basata sul cliente come fulcro di qualsiasi iniziativa. Un esempio: lo scorso anno quasi 600.000 clienti hanno ritirato presso i negozi fisici i propri ordini inoltrati tramite Internet. Un altro esempio: dai negozi fisici tramite iPad sono stati effettuati oltre 540.000 ordini.

Per coprire le necessità di tutti i canali di vendita, l'azienda ha realizzato il nuovo Centro Logistico di Lliçà d’Amunt (Barcellona), già operativo e che a pieno regime impiegherà 400 persone. Nel 2015 il gruppo ha dato lavoro a 838 nuovi dipendenti a livello mondiale. Di questi il 35% risiede in Spagna. Attualmente MANGO conta su un team composto da 16.625 dipendenti in tutto il mondo.

La crescita delle vendite è stata accompagnata anche da un aumento della redditività. L'impatto di alcune valute, soprattutto il dollaro, e la crescita degli ammortamenti per gli investimenti hanno avuto ripercussioni sugli utili del gruppo, che ha guadagnato 4 milioni di euro rispetto ai 107 dell'anno precedente. Nella pratica, entrambi i fattori hanno inciso per 100 milioni di euro sull'azienda. Le fluttuazioni delle varie valute hanno inciso per 70 milioni di euro mentre gli ammortamenti hanno contribuito per altri 30 milioni di euro.

L'Ebitda di MANGO MNG Holding si è posizionato su 170 milioni di euro rispetto ai 223 milioni raggiunti l'anno precedente. Riguardo agli ammortamenti l'azienda  con 24.000 metros aadodirectos.

o un aumento de costes de otros 30 millones.os 70 millones ha fatto uno sforzo di investimento che, oltre alla trasformazione della rete di vendita, comprende la realizzazione del nuovo centro logistico di Lliçà d’Amunt.

Abbiamo trasformato il nostro modello di attività affinché sia molto più accattivante agli occhi dei clienti e riusciamo a guadagnarci la loro fiducia. La scommessa sulla crescita a scapito dell'utile sul breve periodo è stata pianificata e si tradurrà nei prossimi anni in un ritorno a una maggiore redditività. Disponiamo del miglior team possibile per realizzarla”, assicura il vicepresidente esecutivo dell'azienda, Daniel López.

MANGO, fondata nel 1984, è oggi uno dei principali gruppi di moda del mondo. Originaria di Barcellona - e avente qui la sua sede centrale - questa azienda a fine 2015 vantava una rete di oltre 2.730 negozi distribuiti in 109 Paesi, dei quali 1.567 in franchising. Dal suo centro di progettazione “El Hangar” ubicato aPalau-solità ogni anno vengono disegnati oltre 18.000 capi e accessori per vestire le tendenze della stagione a prezzi accessibili. L'azienda, che possiede le linee Mango Woman, Man, Kids e Violeta, ha chiuso il 2015 con vendite per 2.327 milioni di euro, registrando un aumento del 15% rispetto al 2014.