La Science Based Targets initiative (SBTi) approva gli obiettivi di riduzione delle emissioni di Mango per contrastare i cambiamenti climatici

  •   In concomitanza con la Giornata Mondiale dell'Ambiente del prossimo 5 giugno, l’azienda annuncia oggi che SBTi ha certificato oggi che la strategia di riduzione delle emissioni del gruppo è in linea con l'Accordo di Parigi 
  •   L'azienda prevede di ridurre le proprie emissioni totali Scope 1 e 2 dell'80% e le emissioni Scope 3 del 35% entro il 2030 rispetto al 2019, con l'obiettivo di raggiungere emissioni nette zero entro il 2050   
  •   Per combattere i cambiamenti climatici, Mango si concentrerà principalmente sul dare priorità alle materie prime sostenibili o a basso impatto ambientale dei suoi prodotti, sull'acquisto di energia rinnovabile e sull'attuazione di azioni di efficienza energetica lungo tutta la sua catena del valore.   

 

Mango, uno dei maggiori gruppi di moda europei, rafforza il suo impegno per la sostenibilità e la lotta ai cambiamenti climatici. La Science Based Targets initiative (SBTi) ha confermato oggi che gli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra (GHG) del Gruppo sono in linea con quanto definito nell'Accordo di Parigi.

La pubblicazione, che coincide con la Giornata Mondiale dell'Ambiente del prossimo 5 giugno, rappresenta l’approvazione degli obiettivi per la lotta ai cambiamenti climatici da parte di un'istituzione indipendente, punto di riferimento internazionale nel settore.

La Science Based Targets (SBTi) è un'iniziativa congiunta del Carbon Disclosure Project (CDP), del Global Compact delle Nazioni Unite, del World Resources Institute (WRI) e del World Wildlife Fund (WWF), che definisce e promuove le buone prassi nella definizione degli obiettivi di riduzione delle emissioni; offre risorse e indicazioni per ridurre le barriere alla sua adozione e valuta e approva in modo indipendente gli obiettivi delle aziende.

"È un'ottima notizia per Mango che un organismo riconosciuto a livello internazionale come l'SBTi approvi e abbia fiducia negli obiettivi di riduzione delle emissioni della nostra azienda" afferma Toni Ruiz, CEO di Mango, che aggiunge: "Ora sta a noi mettere in campo tutte le risorse necessarie per raggiungere i nostri obiettivi annuali a breve e lungo termine e ridurre così al minimo il nostro impatto sull'ambiente".

 

La strategia di Mango 

Il Piano strategico di sostenibilità di Mango prevede il raggiungimento di emissioni nette zero entro il 2050. Per raggiungere tale obiettivo, l'azienda ha fissato degli obiettivi intermedi per il 2030: una riduzione dell'80% delle proprie emissioni dirette di gas serra, nonché di quelle generate dall'energia consumata (Scope 1 e 2), e una riduzione del 35% delle emissioni di gas serra derivanti dalla propria catena di fornitura, dai prodotti e dai servizi, dai combustibili e dalle energie, nonché dai trasporti e dalla distribuzione (Scope 3), considerando il 2019 come anno di riferimento.

Per realizzare la sua strategia di contrasto ai cambiamenti climatici, Mango dispone di un piano d'azione trasversale che coinvolge tutta l'azienda. Le linee di lavoro per ridurre le emissioni Scope 1 e 2 si concentreranno principalmente su tre aree: l'efficienza energetica, l'acquisto di energia rinnovabile e l'elettrificazione del proprio parco veicoli. 

Nel 2021, il gruppo tessile ha aumentato il consumo totale di energia rinnovabile di origine garantita del 19,5%, raggiungendo il 59% dell'energia totale consumata. L'anno scorso, quasi il 100% dell'elettricità destinata alla sede centrale, ai magazzini e ai negozi di proprietà in Spagna è stata ottenuta da fonti rinnovabili, così come il 100% del consumo energetico di quasi tutti i negozi di proprietà in Austria, Francia, Grecia, Paesi Bassi, Italia, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Svezia e Svizzera e gli uffici in Francia.

Per ridurre le emissioni Scope 3, Mango si concentrerà sull'aumento progressivo del numero di capi con caratteristiche Committed nella sua collezione, dando priorità a materiali sostenibili o a basso impatto ambientale come il cotone riciclato, il cotone organico, il poliestere riciclato o le fibre cellulosiche con tracciabilità dell'origine.

Lo scorso febbraio l'azienda ha anticipato i propri obiettivi di sostenibilità facendo sì che, nel 2021, l'80% di tutti i capi di abbigliamento commercializzati avesse già la designazione Committed. Entro il 2025, Mango prevede che il 100% del poliestere utilizzato sia riciclato, che il 100% delle fibre cellulosiche utilizzate sia di origine controllata e tracciabile e che il 100% del cotone utilizzato sia più sostenibile.

Il Piano di sostenibilità di Mango prevede anche la partecipazione e la collaborazione con numerose organizzazioni e iniziative per ridurre al minimo l'impatto sull'ambiente. Nel 2019 l'azienda ha riaffermato il suo impegno per la sostenibilità aderendo al Fashion Pact, il primo grande movimento globale dell'industria della moda a unire le forze e collaborare per affrontare i cambiamenti climatici, e nel 2020 Mango ha firmato la Fashion Industry Charter for Climate Action delle Nazioni Unite, che concentra sedici principi per progredire insieme e ridurre l'impatto dell'industria sul pianeta. 

 

 

Per maggiori informazioni contattare: 

Pilar Riaño e Miki Herráiz 
616 816 600/610 449 939 

pilar.riano@mango.com/miguel.angel@mango.com 

  

Mango, uno dei principali gruppi di moda europei, è un'azienda globale che pone design e creatività al centro del suo modello e una strategia basata sull'innovazione costante, la ricerca della sostenibilità e un ecosistema completo di canali e partner. Fondata a Barcellona nel 1984, l'azienda ha chiuso il 2021 con un fatturato di 2.234 milioni di euro, con il 42% del business proveniente dal canale online e una presenza in oltre 110 mercati. Per maggiori informazioni visitare il sito www.mango.com

Tutte le fotografie pubblicate su press.mango.com possono essere utilizzate unicamente per scopi editoriali e non commerciali. Nel caso di qualsiasi altro utilizzo, è necessario ottenere un’autorizzazione scritta da parte dell’ufficio PR Mango press@mango.com.